"If music be the food of love, play on!"

Your awesome Tagline

0 notes

Qualche tempo fa avevo parlato degli April Fools nel “Frangente Emergente” e sono davvero felice di poterne riparlare per via dell’uscita del primo dei tre EP che li vedono protagonisti di un interessante percorso musicale che merita di essere approfondito.

Oggi è uscito il video di “Televisione”, che traduce in maniera magistrale ma assolutamente non pesante, quello che è il mood della traccia, veicolato da parole taglienti come le schegge dello schermo del televisore che esplode, che dovrebbero far riflettere, almeno per un po’.

“Televisione” getta il seme di un progetto strutturato e ambizioso: si tratta infatti del primo di tre EP, ognuno dei quali contenenti tre brani, che gli April Fools pubblicheranno prossimamente, a distanza di due mesi l’uno dall’altro, sempre distribuiti in digitale da Artist First.

Oltre alla title-track “Televisione”, che esce accompagnata da un video realizzato da Claudio D’Avascio, già regista per Neffa e Raf, questo primo lavoro degli April Fools contiene altri 2 brani: la funkeggiante “La tua Mancanza” e la ballad “Con I Tuoi Occhi”.

Potete acquistare l’EP su i-Tunes (http://bit.ly/1nWjeQH) e Amazon (http://amzn.to/1ums3rY).

http://www.aprilfools.it/

La curiosità rimane: Gabriele, dove l’hai incontrato il tipo con il ventilatore in mano?!? ;)

Filed under Frangente Emergente April Fools Televisione Ep Artist First Youtube video Claudio D'Avascio La Tua Mancanza Con I Tuoi Occhi iTunes Amazon

1 note

Let this week begin.

I’ve tried to cut these corners
Try to take the easy way out
I kept on falling short of something

I coulda gave up then but
Then again I couldn’t have ’cause
I’ve traveled all this way for something

I take it in but don’t look down

‘Cause I’m on top of the world, ‘ay
I’m on top of the world, ‘ay
Waiting on this for a while now
Paying my dues to the dirt
I’ve been waiting to smile, ‘ay
Been holding it in for a while, ‘ay
Take you with me if I can
Been dreaming of this since a child
I’m on top of the world.

Filed under Imagine Dragons I'm on top of the world never ending week fingers crossed so many things to do so little time to do everything please please please be good to me

1 note

Voler stare “Senza Pensieri”, proprio in uno dei periodi in cui non pensare è davvero impossibile.

Il futuro, il lavoro, gli sbocchi professionali e le avventure personali; il presente, gli esami, i sogni e le paure; il passato, i rimpianti, i rimorsi e i sorrisi che certi ricordi portano con sé.

Sono una serie di giorni in fila, con sensazioni strane a far da guida.

Eppure siamo sempre qua, lavorando sodo… e vedrai che qualcosa cambierà

"Cantando, respirando aria di mare…"

Filed under Clementino Senza Pensieri ansie paure futuro presente passato ricordi

0 notes

Due domande agli Sheppard: una band tutta da approfondire, ben oltre “Geronimo”!

Bombs Away" è un album prettamente pop, un disco che mette allegria con un sound scanzonato e coinvolgente, che riesce a conquistare già ad un primo ascolto.
Continuando ad ascoltarlo poi, si passa all’apprezzamento profondo, dati anche i testi delle canzoni, che conquistano mentre infondono speranza e fanno sorridere su fatti non propriamente allegri in cui è capitato a tutti di imbattersi nella vita di tutti i giorni.

Everybody’s got somebody to see 
Everybody’s got somebody but me 
Everybody’s got a place to go on a Saturday night 
But I’m on my own”

(da “Lingering”)

It’s a long way back, it’s a long way back 
It’s a long way back when you’re halfway to hell 
All the people in between are closer than they seem 


(da “Halfway To Hell”)

Sometimes, these people push me around 
And I’m tired of people 
And I’m tired of people keeping me down 
And you’ve won 
I can’t understand where you’re coming from 
Oh, oh oooh and I’m done, yeah 
Does anyone know where I went so wrong?


(da “These People”)

Well how do I begin to convince you to love me 
When you’re a star in the sky up above me 
And I’m too far down below 
Your heavy heart has taken its toll 
You’ve lost all the magic inside of your soul 
So sell me a lie before you hit the road 


(da “Let Me Down Easy”)

Come nascono le vostre canzoni? Qual è il processo creativo dietro le vostre tracce?

Nella band siamo in tre a scrivere le canzoni: io (Amy, ndr), George e Jay, e solitamente arriviamo con un riff o una melodia e la presentiamo agli altri per lavorarci tutti insieme; questo è solitamente il nostro modus operandi. Ogni canzone è diversa, però! Ad esempio, per Geronimo abbiamo lavorato insieme per due ore… e probabilmente poteva venire meglio lavorandoci di più, chissà? Comunque generalmente la canzone “nasce” da una o due persone e poi collaboriamo tutti insieme.

Come vi descrivereste a qualcuno che non ha mai ascoltato nessuna vostra canzone?
È musica per tutti! Sai, abbiamo ricevuto commenti positivi da persone di settant’anni che ci scrivono su Facebook che adorano le nostre canzoni; persone che ci mandano i video dei bambini che ballano al ritmo della nostra musica… è bellissimo ricevere testimonianza di come la tua musica riesca a toccare un così vasto pubblico, così eterogeneo e diversificato!
Geronimo, per esempio, è sulle stazioni radio spiccatamente rock, come su quelle pop o su quelle per le persone anziane… insomma, è musica che tutti quanti possono ascoltare facilmente: è fresca, è giocosa, è ricca di sound, cattura l’attenzione!

Un incontro piacevole, in cui si sono toccati i temi più disparati: dallo stile necessario per far comprendere a prima vista di essere una band, a tutto quello che ruota attorno ai social media, Twitter su tutti (con haters e trolls annessi…e sempre connessi!). 
Dall’incontro con il loro produttore, felice di poter lavorare con una band che suona e scrive la propria musica a quello che facevano prima di diventare “gli Sheppard”.

Appuntamento per il 12 novembre al Tunnel di Milano per il loro live e per il 28 ottobre per l’uscita del loro album, tutto da canticchiare in giro per strada.

Filed under Sheppard Bombs Away Universal Music Italy Milan Geronimo Lingering Let Me Down Easy These People Halfway To Hell interview

1 note

In casa Dove siete decisamente dei geni del marketing per quello che riguarda la vostra comunicazione integrata, ma non vi pare il caso di fare più attenzione ad un segmento di mercato di nicchia quale quello delle persone con problemi di allergie e cominciare a fare prodotti anche senza latte e derivati per noi con problemi?

Da domani pomeriggio in poi potrò tornare a vedere Claudio Di Biagio quale nonapritequestotubo e non come un produttore di UserGeneratedContent e Clio MakeUp come una simpatica truccatrice e non una sorta di branded content ambulante, anche se in misura minore della Ferragni, poco ma sicuro.

Voglio tornare a pensare ai miei articoli come semplici articoli/recensioni/interviste e non come “distributed journalism” nell’ambito del micro media model che sta invadendo Internet ormai, più che mai, Web 2.0 .

Voglio tornare a farmi gli affari miei e non pensare di essere un’esca per gli assi del marketing che targetizzano, controllano le page views, gli utenti unici, le impressions e i click.

Il marketing è tutto intorno a noi.

D2C, D2C, D2C, D2C.

Youtube, Youtube, Youtube, Youtube.

Media Business, Media Business, Media Business, Media Business.

Filed under Entertainment & Media Dove Spot Marketing Exam Youtube D2C Media Business Microblogging Web 2.0 distributed journalism paperboy Micro Media Model Internet Target page views click unique user